Con la legge di bilancio 2017 l’incentivo per le imprese legato al Credito di imposta viene potenziato sotto diversi punti di vista. Le novità introdotte sono illustrate nella circolare n. 13/E del 27 aprile 2017 dell’Agenzia delle Entrate, “Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo – Novità introdotte dalla Legge di bilancio 2017 ed ulteriori chiarimenti”.   

RE-CORD grazie alla sua vasta e consolidata esperienza in ricerca e sviluppo nel campo della trasformazione termochimica delle biomasse, dei biocombustibili e bioprodotti, nonché delle energie rinnovabili in generale, si presenta come il partner ideale per le realtà industriali che intendano avvalersi della consulenza di un ente di ricerca di primario livello per apportare innovazione nel loro sistema produttivo e di gestione, usufruendo delle agevolazioni legate al Credito d’Imposta.

Per rafforzare ulteriormente il proprio potenziale come partner strategico in progetti di ricerca e sviluppo con i quali accedere al Credito d’Imposta, RE-CORD nell’ultimo anno ha inoltre stretto un accordo con Tecnovia S.r.l.

La legge di Stabilità per il 2017 ha apportato alcune modifiche in materia di credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo, che entrano in vigore dal 2017 potenziando la misura. Il credito viene concesso per gli investimenti in R&S realizzati a partire dal periodo d’imposta 2015 in eccedenza rispetto alla media dello stesso tipo di investimenti sostenuti nei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015 (2012, 2013 e 2014). Il credito calcolato deve essere inserito in dichiarazione dei redditi e può essere utilizzato esclusivamente in compensazione a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui le spese per le attività di ricerca e sviluppo sono state sostenute.

La prima delle novità introdotte con la Legge di bilancio 2017 è che l’agevolazione viene prorogata di un anno, ovvero fino al 31 dicembre 2020.

La seconda novità è che l’importo massimo del credito annuale per ciascun beneficiario passa da 5 milioni a 20 milioni, sempre a condizione che siano sostenute spese per attività di ricerca e sviluppo almeno pari a 30.000 euro, e contestualmente raddoppia lo stanziamento complessivo, passando da 2,4 miliardi ad oltre 5,5 miliardi di euro.

La terza novità è che la misura dell’aliquota del credito d’imposta non è più differenziata in funzione della tipologia di spese ammissibili, ma è fissata al 50% per la percentuale di spesa incrementale sostenuta per le tutte le voci ammissibili.

Per quanto riguarda le spese per il personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo, la novità introdotta è che dal 2017 sono agevolabili tutte le spese per il personale impiegato in R&S, indipendentemente dal titolo di studio.

Altra novità, infine, è che l’agevolazione dal 2017 spetta anche alle imprese che operano sul territorio nazionale (imprese residenti o stabili organizzazioni nel territorio italiano di soggetti non residenti) in base a contratti di committenza con imprese estere.

 


Per essere aggiornati su tutte le novità in materia seguite la pagina notizie sul sito di Tecnovia   http://www.tecnovia.it/4000-2

 

Tecnovia S.r.l.

La Tecnovia S.r.l. è una società nata nel 1996 e che opera prevalentemente nei settori della ricerca applicata e dello sviluppo sperimentale relativi alle scienze naturali e all’ingegneria (Ateco 72.10.09).

Nel 2002 consegue la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 (Num. Reg. 9175. TCNV) e nello stesso anno viene iscritta all’Albo dei Laboratori di Ricerca del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica) in qualità di Laboratorio di Ricerca Altamente Qualificato (Decreto Dirigenziale n. 1803/Ric del 2 dicembre 2002).

Nel 2004 viene riconosciuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia come Laboratorio di Ricerca Altamente Qualificato per la ricerca applicata nel campo delle scienze naturali e dell’ingegneria (Decreto 890/IND/28-D/10701 del 13 maggio 2004).

Nel 2008 acquisisce il 100% del capitale della GreenLab Srl, che nel 2011 viene trasformata in Organismo di Ricerca ai sensi della Comunicazione della Commissione UE 2006/C323/01.

La Tecnovia vanta la realizzazione di oltre 80 progetti di R&S, condotti per conto di Amministrazioni pubbliche, Enti e Aziende private.

Negli ultimi tempi la Tecnovia Srl ha assunto particolari competenze nella gestione delle commesse di R&S relative al Bonus in credito d’imposta previsto dalla legge finanziaria, in particolare delle commesse di ricerca extra muros, affidate ad Università, Organismi di ricerca o Enti di ricerca (Decreto MEF del 27/05/2015, art.4 lettera C).