RE-CORD mette a sistema le competenze e le risorse (laboratori ed impianti) dei diversi soggetti consorziati, creando una massa critica sufficiente a sviluppare ricerche e attività di primario livello scientifico e tecnologico.


Le finalità del RE-CORD sono:

Mettere a sistema le risorse dei proponenti, costituendo una struttura snella, in grado di rispondere in modo efficiente e rapido alle opportunità che si presentano;
Rappresentare un soggetto specializzato in un settore trainante dell’economia e dell’ambiente, costituendo su alcune tematiche un punto di eccellenza in ambito non solo nazionale ma anche internazionale, per la ricerca e la dimostrazione sulle fonti rinnovabili;
Fornire una opportunità di sbocco per competenze altamente specialistiche, formate all’interno dell’Università, e che possono così rimanere sul territorio a svolgere ricerca senza dover migrare altrove, nonché disponibili a supportare le imprese nazionali operanti nel settore;
Fornire servizi al territorio (Enti locali) e imprese, tramite il laboratorio chimico-analitico a Pianvallico e le competenze specialistiche nel settore delle Fonti Rinnovabili di Energia e delle Agroenergie-Biocombustibili;
Promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio Toscano, e - grazie alle attività di rete tecnico-scientifica - metterlo in relazione con le iniziative e le competenze disponibili in Italia e all’estero

I membri del consorzio Re-cord

Il Centro di Ricerca per le Energie Alternative e Rinnovabili, fondato nel 2005 su iniziativa del Dipartimento di Energetica “Stecco”, oggi DIEF, ha nel corso degli anni sviluppato numerosi progetti di ricerca e dimostrazione in ambito Europeo, nazionale, regionale e locale, nonché fornito supporto ad aziende ed Enti pubblici per consulenze altamente specialistiche e valutazioni indipendenti. CREAR raccoglie competenze scientifiche di alto livello nei settori delle energie rinnovabili.

Vai al sito


L’Azienda agricola di Montepaldi (315 ha circa) si trova sulle colline di San Casciano Val di Pesa, a 20 km circa da Firenze, nella parte settentrionale del Chianti Classico. L'azienda è di proprietà dell’Università degli Studi di Firenze dal 1989, che ne ha fatto, con i suoi moderni e attrezzati laboratori un importante centro di ricerca e sperimentazione da parte di soggetti pubblici e privati. All’interno dell’azienda si alternano vigneti, oliveti, seminativi, arboreti e boschi e l’attività produttiva è costantemente intrecciata con l’attività di ricerca e supportata dall’innovazione tecnologica.  Oggi a Villa Montepaldi si svolgono numerose attività didattiche tra cui il Master in Marketing e Gestione delle imprese vitivinicole. E' inoltre sede della Segreteria e Biblioteca dell’Accademia della Vite nonché del Consorzio RE-CORD che dispone di un ettaro a suo esclusivo uso come campo di prova. È inoltre presente una sala convegni multimediale in cui vengono organizzati incontri scientifici e tecnici ed eventi.

Vai al sito


Pianvallico S.p.A. è una società mista a prevalente capitale pubblico, costituita nell'anno 2000 su iniziativa del Comune di S. Piero a Sieve fra quest'ultimo ed un partner privato - Cepa S.p.A. di Pontassieve - individuato tramite un bando di evidenza pubblica. Nel 2004 entrano a far parte della Società anche i Comuni di Scarperia, Borgo S. Lorenzo e la Comunità Montana del Mugello, oggi Unione Montana dei Comuni del Mugello. Attualmente la Pianvallico Spa è una società ad intero capitale pubblico e la sua azione è rivolta a promuovere lo sviluppo del territorio del Mugello mediante lo svolgimento di attività indicate dagli Enti Locali, favorendo il potenziamento delle attività produttive attraverso la trasformazione, riorganizzazione e riqualificazione urbanistica delle aree, la promozione del territorio, la ricerca di nuove aziende da insediare, l'organizzazione di servizi per le aziende insediate.

Vai al sito


Spike Renewables S.r.l. è una società di ingegneria che opera nel campo dell’ingegneria di sistema ed è in grado di gestire l’intero sviluppo di un opera abbracciando le diverse discipline che concorrono alla sua formazione, dallo studio di fattibilità alla consegna, fornendo continuamente al committente la situazione dei costi di investimento e dei tempi di realizzazione per le possibili azioni necessarie. Spike Renewables S.r.l. è una società di ingegneria dotata di una struttura che è in grado di fornire normalmente prestazioni svolte da società di grandi dimensioni mantenendo al contempo la personalizzazione del rapporto professionista/cliente propria degli Studi Professionali. Tale modo di operare è reso possibile, oltre che dalla continua collaborazione con l’Università di Firenze, anche grazie al personale con formazione professionale di alto livello. Nel settore impiantistico Spike Renewables Sr.l. ha sviluppato particolarmente i settori a maggior contenuto tecnologico fra i quali il settore industriale,  dell’energia e dell’edilizia sostenibile.

 

Vai al sito


Bioentech è una start-up innovativa che opera nel campo delle energie rinnovabili e, in particolare, della biomassa. Bioentech si propone di progettare, sviluppare e commercializzare prodotti e tecnologie basate su processi biologici e termochimici al fine di creare prodotti e migliorare l'efficienza dei processi di conversione della biomassa.

Vai al sito


ETA-Florence svolge attività di progettazione, consulenza, comunicazione ed organizzazione eventi, nel settore delle energie rinnovabili. La società si compone di un team multidisciplinare di professionisti nei settori di ingegneria, ambiente e agricoltura, grafica e comunicazione. Dal 1994 ETA-Florence ha partecipato in oltre 200 progetti nazionali e internazionali e dal 2000 organizza la European Biomass Conference and Exhibition.

Visit website


TEAM

David Chiaramonti

Presidente


David Chiaramonti è Ingegnere Meccanico, Dottore di Ricerca in Energetica, Professore a contratto presso l’Università di Firenze per il corso Energie Rinnovabili (Laurea in Ing.Meccanica ed Ing.Ambiente e Territorio), dove insegna anche al Master in Bioenergia ed Ambiente (IMES). Nel 2010 è stato elettro presidente del Consorzio di Ricerca e la Dimostrazione sulle Energie Rinnovabili (RE-CORD), un ente di ricerca no-profit che gestisce un laboratorio chimico specialistico per le rinnovabili ed i biofuel.


Daniela Tacconi

Account Manager


Dott. Daniela Tacconi, è dottore di ricerca in Scienze Merceologiche e lavora presso il Consorzio RE-CORD dal 2013. L'esperienza maturata in ambito economico-ambientale in progetti di ricerca e cooperazione sia in Italia che all'estero sulla valorizzazione di sottoprodotti agricolo-forestali per la produzione di nuove merci ed energia, le permettono di dare il proprio contributo sia in progetti di ricerca che nella gestione amministrativa del Consorzio.


Andrea Maria Rizzo

R&D manager thermochemical conversion


Andrea è un ingegnere energetico e ha conseguito il P.h.D in ingegneria industriale presso l'Università di Firenze. In RE-CORD è supervisore della ricerca sulla conversione termochimica della biomassa in prodotti intermedi e biocarburanti. Andrea ha partecipato a diversi progetti finanziati dall'UE su pirolisi intermedie e lente, gassificazione, liquefazione idrotermica (HTL), biocarburanti lignocellulosici avanzati per l'aviazione e progetti di ricerca nazionali nei suoi campi di competenza. Indice H: 5, 10 pubblicazioni in Scopus.


Marco Buffi

Mechanical Engineer


L'Ing. Marco Buffi, P.h.D. è specializzato in conversione termochimica delle biomasse, combustione di biomasse, biocombustibili e combustibili aeronautici rinnovabili. E' attualmente responsabile delle attività sperimentali sui banchi prova turbina del gruppo CREAR/RE-CORD. Attualmente sta lavorando sul progetto europeo EU FP7 BIOREFLY riguardante combustibili aeronautici rinnovabili e sul progetto H2020 BECOOL su attività sperimentali di conversione termochimica di biomasse residuali. Ha maturato negli anni una notevole esperienza su attività sperimentali nelle tematiche d'interesse, come dimostrato nelle sue pubblicazioni. Ha progettato e lavorato su banchi prova sperimentali per attività di ricerca su pirolisi, gassificazione e combustione in turbine e motori opportunamente modificati. Le sue aree d'interesse riguardano anche CHP, microalghe e la filiera degli oli vegetali/esausti.


David Casini

R&D Engineer


David Casini, ingegnere ambientale, dopo la laurea triennale ha ricevuto una borsa di studio presso il Dipartimento di Energetica dell'Università di Firenze sulla tematica dell'uso energetico delle biomasse, specializzandosi sul tema dei biocombustibili e completando il master IMES in bioenergia ed ambiente. Le principali aree di ricerca riguardano la progettazione di impianti di produzione di biomassa microalgale a fini energetici e sulle relative tecnologie, la gestione del biochar come prodotto innovativo e le tematiche riguardanti i processi di digestione anaerobica, quali i test di valutazione del potenziale metanigeno di sottoprodotti di origine industriale. Ha partecipato a progetti nazionali ed internazionali quali il Progetto MAMBO, il Progetto BIOFAT, il Cileno Microalgae for Bioenergy (per il settore delle microalghe); il Progetto Agrochar, il Progetto BIOGO ed il Progetto DEVELTAR (per il settore della conversione termochimica della biomassa); il Progetto NEXT (per la tematica della digestione anaerobica); il Progetto ITAKA (riguardo lo sviluppo di biocombustibili per l'aviazione); ed il Progetto PratoWind (campagna anemometrica nel Macrolotto pratese).


Edoardo Miliotti

Mechanical Engineer


Edoardo Miliotti è ingegnere energetico ed attualmente Dottorando in Ingegneria Industriale presso l’Università degli Studi di Firenze. La sua attività di ricerca si concentra prevalentemente sulle attività relative alla conversione termochimica di biomassa ed altre materie residuali per la produzione di biocombustibili/bioprodotti, sia solidi che liquidi. In particolare si occupa di carbonizzazione e liquefazione idroterma, pirolisi e processi di attivazione sia fisica che chimica per la produzione di carboni attivi. Attualmente si occupa delle attività del progetto H2020 HEAT-TO-FUEL, relativo alla liquefazione idroterma di biomasse. Si interessa anche di misure, strumentazione e programmazione, in particolare utilizzando il software LabVIEW.


Stefano Dell'Orco

Mechanical Engineer


Stefano Dell’Orco, MS, è Dottorando in Ingegneria Industriale presso l’Università degli Studi Di Firenze. Attualmente si sta occupando con RE-CORD dello studio e sperimentazione del processo di liquefazione idroterma di biomasse lignocellulosiche per il progetto di ricerca europeo H2020 Heat to Fuel. La sua attività di ricerca si incentra principalmente sulla conversione termochimica di biomasse, nello specifico combustione, pirolisi e gassificazione. Nel 2014, Stefano si è laureato in Ingegneria Meccanica collaborando con RE-CORD alla sperimentazione del processo di pirolisi di olio vegetale, nell’ambito del progetto ITAKA. Nel 2015, ha svolto un tirocinio di ricerca in Canada presso l’Industrial Research Chair on Cellulosic Ethanol and Biocommodities dell’Université de Sherbrooke, lavorando ad un progetto sulla conversione catalitica di residui del processo di gassificazione. A Luglio 2017, Stefano ha completato la laurea magistrale in Ingegneria Energetica presso l’Università degli Studi Di Firenze dove successivamente ha ottenuto la posizione di studente di Dottorato.


Ramin Maghrebi

Chemical Engineer


Ramin Maghrebi è un ingegnere chimico e sta attualmente svolgendo il suo P.h.D. presso il dipartimento do di ingegneria industriale dell’Università di Firenze. La sua ricerca si focalizza sulla conversione dei lipidi in biocarburanti e prodotti chimici ad alto valore aggiunto, da utilizzare nel settore dei trasporti specie nei paesi con climi molto freddi, nonché nell'industria automobilistica e cosmetica come lubrificanti. Attualmente è impegnato in una ricerca sulla ramificazione degli acidi grassi o dei loro derivati al fine di migliorare le proprietà di scorrimento a freddo dei prodotti menzionati. Il suo campo di interesse comprende anche la modellazione e la simulazione di processi chimici - Accoppiamento ossidativo di metano (OCM) e biometanazione per citarne solo alcuni e l'utilizzo di software potenti, come Aspen plus e ANSYS Fluent, ampiamente utilizzati nelle aree di studio menzionate.


Giovanni Graziani

Environmental Engineer


Giovanni è un ingegnere ambientale con esperienza nel settore delle energie rinnovabili e dell’impatto ambientale nell’industria. Dopo essersi laureato a Firenze con il prof. Chiaramonti, ha frequentato nel 2010 il Master RIDEF (Rinnovabili, Efficienza e Decentramento) organizzato dal Politecnico di Milano e dall’Università IUAV di Venezia e, nel 2016, il Master GAS (Gestione Ambientale Strategica) presso l’Università di Padova. Le varie esperienze lavorative svolte nei settori dell’energia (cogenerazione, biomasse, eolico), nel mondo delle start-up tecnologiche (ricerca per l’estrazione di bioprodotti da matrici vegetali), nell’efficienza energetica e nella gestione dell’ambiente e della sostenibilità nelle imprese gli hanno permesso di avere un’ampia panoramica di valutazione del potenziale di innovazione. Per questo motivo è attualmente responsabile della promozione e gestione dei progetti che il Consorzio RE-CORD svolge con l’industria utilizzando lo strumento del Credito d’Imposta R&S di INDUSTRIA 4.0.


Renato Nistri

R&D manager


Renato Nistri, è assegnista di Ricerca presso il dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Firenze per conto del CREAR (Centro Interdipartimentale di Ricerca per le Energie Alternative e Rinnovabili), focalizzando la sua attività di ricerca sullo studio delle tecnologie per la produzione di biocarburanti di seconda generazione, con particolare riferimento all'etanolo, e sulle tecnologie per la valorizzazione della biomassa tramite conversione termochimica, quali pirolisi e gassificazione. Il suo interesse e la sua esperienza nel campo delle energie rinnovabili sono maturate durante gli anni di studio della laurea specialistica nella quale ha manifestato particolare interesse verso i temi di uno sviluppo sostenibile e dello sviluppo di nuove tecnologie “pulite”.


Leonardo Nibbi

Mechanical Engineer


Leonardo Nibbi, attualmente assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Firenze per conto del CREAR (Centro Interdipartimentale di Ricerca per le Energie Alternative e Rinnovabili). La sua esperienza nel campo delle rinnovabili, iniziata nel 1999 e dedicata inizialmente alla logistica della filiera biomassa energia con attenzione particolare all'uso dello strumento GIS per la sua corretta pianificazione, si è estesa nel corso degli anni a tutte le problematiche relative alla biomassa (stima della produttività, tecnologie di conversione, sostenibilità etc.) ed anche al micro/mini eolico (valutazione del potenziale eolico e micrositing di wind farm).


Silvia Pennazzi

Laboratory Business Manager


Silvia Pennazzi è dottore di ricerca in Fisica e lavora presso il laboratorio RE-CORD di Scarperia dal 2016 come Responsabile Commerciale. Dopo aver svolto il master IMES presso il CREAR ha maturato una lunga esperienza nel settore delle energie rinnovabili lavorando per diverse società in Italia e all'estero, rivestendo sia ruoli tecnico-commerciali che di sviluppo di mercato.


Giulia Lotti

Laboratory Specialist


Giulia Lotti è una biotecnologa impiegata presso il Laboratorio RE-CORD dove effettua analisi di caratterizzazione di biomasse e biocombustibili. I campi di ricerca che principalmente la riguardano sono l'analisi di miscele complesse mediante tecniche cromatografiche (GC-MS/FID ; HPLC) e la crescita di microrganismi in bioreattore ai fini di produzione produzione di specifici chemicals. Laureata in Biotecnologie Molecolari e Industriali presso l'Università degli studi di Perugia. La sua attività di tesi specialisitca ha riguardato la produzione di bioetanolo da cippato mediante steam explosion e uno studio di ottimizzazione delle rese mediante il trattamento microbico dei liquidi di scarto


Lorenzo Bettucci

Laboratory Specialist


Lorenzo Bettucci, laureato in chimica, lavora presso il Laboratorio RE-CORD di Scarperia come laboratory specialist occupandosi dell'esecuzione delle analisi chimiche, della messa a punto dei metodi analitici, nonché della gestione degli strumenti e delle risorse chimiche del laboratorio. Con esperienza decennale di lavoro in laboratori chimici si occupa di analisi nel campo delle energie rinnovabili (biomasse, biocombustibili) e nel campo della chimica industriale (chemicals, catalizzatori, polimeri) nonché nella produzione di carboni attivi mediante attivazione chimica e fisica.